Partecipa a Chieti Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Dopo 370 anni stop alla Processione del Venerdì Santo di Chieti

Il 'Miserere' di Selecchy risuonerà dai balconi della città vecchia

Condividi su:

"Si ferma per la prima volta dopo trecentosettant'anni la Processione del Venerdì Santo a Chieti, ma il Miserere di Selecchy risuonerà per le vie della città se i cittadini aderiranno all'iniziativa lanciata dall'Arciconfraternita del Sacro Monte dei morti - dice Loris Medoro, Direttore dal 2004 del coro che segue la Processione e che attualmente è composto da 200 cantori e accompagnato da 120 strumenti".

"L'idea è quella di far trasmettere dai balconi dei palazzi di Chieti il suggestivo brano in due orari precisi: alle 12.00 in punto e subito dopo la benedizione che verrà impartita in serata dell'arcivescovo Bruno Forte trasmessa su Rete 8 dalle 18.00".

Quest'anno per Coronavirus la Processione non si terrà: l'Arcivescovo Bruno Forte al termine della Passione che si svolgerà presso il Seminario Regionale di Chieti a porte chiuse, simbolicamente ripercorrerà un tratto del tragitto storico della Processione e impartirà la Benedizione da piazza S.Giustino dove giungerà attraversando da solo Corso Marrucino

Condividi su:

Seguici su Facebook