Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

'StartCup Abruzzo 2021', impresa innovativa al centro dell'attenzione

Via alla competizione che premia le migliori iniziative imprenditoriali provenienti dal mondo universitario e della ricerca regionali

| di redazione
| Categoria: Territorio | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Con l’apertura della call sul sito dedicato all’iniziativa, il 20 settembre prende il via la terza edizione della StartCup Abruzzo, competizione che mira a favorire la creazione di nuove imprese nella nostra regione, selezionando e accelerando i migliori progetti ad alto contenuto tecnologico, provenienti da Università ed Enti di Ricerca locali.

StartCup Abruzzo 2021 è organizzato dalla Camera di Commercio Chieti Pescara, dall’Agenzia di Sviluppo della Camera di Commercio Chieti Pescara insieme al PID – Punto Impresa Digitale Chieti Pescara e dall’Associazione Innovalley e coinvolge tutti gli Atenei Abruzzesi. L’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, l’Università degli Studi dell’Aquila, l’Università degli Studi di Teramo, il Gran Sasso Science Institute e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” hanno, infatti, confermato la loro adesione a questo partenariato che mira a rafforzare le relazioni tra enti di ricerca, istituzioni e realtà imprenditoriali. La chiusura della call è prevista per il 20 ottobre.

Tra i progetti candidati, tre andranno a rappresentare l’Abruzzo al PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione, in programma a Roma - Università di Tor Vergata, tra il 30 novembre e il 3 dicembre.

L’Abruzzo partecipa così alla business competition che annualmente si svolge nelle regioni aderenti al PNICube, l’associazione che riunisce Università e Incubatori universitari italiani, con un’edizione ricca di novità che è stata presentata questa mattina a Pescara nel corso della conferenza stampa svoltasi nella Sala Camplone della Camera di Commercio di Chieti-Pescara.

Dopo la felice esperienza della scorsa edizione, abbiamo confermato con orgoglio e convinzione il nostro impegno anche per quest’anno, convinti che le idee innovative di impresa vadano sostenute e incentivate – ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio di Chieti Pescara, Gennaro Strever – L’innovazione digitale è di fondamentale importanza per la crescita culturale ed economica della nostra regione, come dimostrano alcuni dati confortanti. L’Abruzzo si colloca al tredicesimo posto per numero di start up innovative, molte delle quali capitanate da donne, e al quinto posto per numero di imprese impegnate su progetti legati alla sostenibilità. La convergenza di queste due direttrici, digitale e ambientale, rendono la nostra regione fonte di attrazione di investimenti. Continueremo a impegnarci affinché l’Abruzzo risulti sempre più magnetico e attrattivo in termini di progetti, idee e brevetti. Mi piace pensare a questa terra come a un distretto di innovazione, fonte di ispirazione per le imprese e punto di riferimento per i tanti cervelli e talenti che hanno deciso di restare o di tornare”.

Federico Fioriti, General Manager di Innovalley, nell’illustrare le finalità, i contenuti e le modalità di svolgimento della StartCup Abruzzo 2021, si è soffermato sui traguardi raggiunti e sulle novità di questa edizione “In due anni abbiamo visionato ben 90 progetti, di cui dieci sono stati premiati nel 2019 e tredici nel 2020. Tra essi, c’è stata un’elevata percentuale di conversione in imprese attive e operative sul mercato. Tra le novità di StartCup Abruzzo 2021, la suddivisione in tre aree che corrispondono ad altrettanti premi messi a disposizione dalla Camera di Commercio di Chieti Pescara per un valore complessivo di € 20.000,00: Migliore Idea di Impresa Innovativa; Migliore StartUp Abruzzese e Migliore SpinOff Abruzzese. Ci saranno inoltre altri premi, in denaro e in servizi, messi a disposizione dagli sponsor. Altra novità sono la StartCup Academy, con percorsi formativi per i dieci finalisti, e la StartCup Experience, cinque momenti di approfondimento e di incontro one to one tra i team selezionati e startupper ed esperti di innovazione che hanno fatto fortuna all’estero”.

Di StartCup Academy ha parlato Giovanni Di Marcantonio dell’Agenzia di Sviluppo Camera di Commercio Chieti Pescara “Startcup Academy è un percorso formativo finalizzato alla calibrazione delle proposte e alla preparazione della presentazione alle giurie regionali e nazionali. L’Agenzia di Sviluppo è il soggetto referente per la progettazione e l'implementazioneStartcup Academy e Startcup Experience tenderanno, nella diversità degli obiettivi, ad integrarsi in modo da fornire un quadro comune di intervento ai 10 finalisti selezionati e a coloro che sono interessati, tra i candidati alla StartCup, ad approfondire i temi della nascita di nuove imprese ad alto potenziale di business”.

Da questa edizione, partner istituzionale di StartCup Abruzzo è Abruzzo Sviluppo, la Società di promozione industriale della Regione Abruzzo. “Lo sviluppo industriale e la cultura d’impresa si basano sulla qualità dell’offerta formativa – ha sottolineato il Presidente Stefano Cianciotta – Essa diventa uno strumento fondamentale per aiutare i nostri ragazzi a sviluppare idee che poi diventano impresa. Questa filiera virtuosa non poteva non contemplare anche la presenza di un’Agenzia di Promozione Industriale che, all’interno della sua missione, lavora al fine di costruire le condizioni per promuovere sviluppo. Siamo riusciti a destinare una parte dei fondi di Abruzzo Sviluppo al sostegno dei dottorati di ricerca industriali, mettendo in bilancio 1,5 milioni di euro. Siamo inoltre riusciti a coinvolgere in questo progetto anche le regioni con le quali abbiamo sottoscritto il primo accordo nazionale tra le Agenzie di Sviluppo – Umbria e Marche – per avviare azioni di sistema mettendo in rete il mondo universitario dell’Italia Centrale.”

A seguire gli interventi dei referenti di alcune delle Università abruzzesi e dei centri di ricerca coinvolti. Mario Luigi RainoneDelegato del Rettore per il Placement Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara, nell’evidenziare la capacità di StartCup Abruzzo nel fare sistema, ha sottolineato come rinnovare l’offerta formativa sia un’opera veramente complessa e come sia fondamentale coniugarla con la sostenibilità, calandola nelle diverse realtà socio-economiche.

In collegamento Alfonso Pierantonio, Professore Ordinario Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell’Informazione e Matematica Università degli Studi dell’Aquila, il quale ha precisato che l’Ateneo del capoluogo abruzzese ha aderito a StartCup Abruzzo sin dalla prima edizione per la sua capacità di ridurre la distanza dialettica con gli studenti, facendo emergere forme di auto imprenditoria direttamente dal territorio e creando un anello di congiunzione tra il mondo accademico e il sistema delle imprese. In collegamento anche Alessandro Pajewski, Head of Knowledge and Technology del Gran Sasso Science Institute, il quale ha sottolineato come il  mondo della ricerca esprima importanti eccellenze sul nostro territorio e produca innovazione e capitale umano, fattori strategici nell’economia della tecnologia e dell’innovazione. Fattori che non si traducono automaticamente in sviluppo economico e sociale e in questo un’iniziativa come StartCup Abruzzo può avere un ruolo fondamentale.

A chiusura della conferenza sono infine intervenuti Giovanni Morelli di BluHub, Gian Carlo Alfani di Digital Valley e Andrea Pericoli di Asteria (StartUp vincitrice della scorsa edizione).

https://www.startcupabruzzo.it/

redazione

Contatti

redazione@chietinotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK