Partecipa a Chieti Notizie

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Sicurezza stradale, arriva 'Scout Speed' a San Giovanni Teatino

Lo strumento, oltre che come rilevatore di velocità, sarà utile per accertare eventuali violazioni dei mezzi in transito

redazione
Condividi su:

Una vettura della Polizia Locale attrezzata per il rilevamento della  velocità istantanea di veicoli pattuglierà le principali strade di San Giovanni Teatino alcuni giorni della settimana.

Da martedì 2 luglio 2019 sarà attivo sul territorio comunale di San Giovanni Teatino il misuratore di velocità denominato “Scout Speed".

"L'utilizzo dello Scout Speed da parte della nostra Polizia locale - dichiara l'assessore Roberto Ferraioli - risponde all’esigenza di rendere più sicure le strade e, conseguentemente, di salvaguardare l’incolumità degli utenti. Come ho più volte ripetuto, per l'Amministrazione Marinucci sono prioritari gli obiettivi di sicurezza e prevenzione dei sinistri stradali". 

Il misuratore di velocità "Scout Speed" è un dispositivo, omologato dal Ministero dei Trasporti (Decreto Ministeriale n. 1323 del 08/03/2012 e successive integrazioni) per il rilevamento della velocità istantanea dei veicoli, installato all’interno di un'auto idoneamente attrezzata e ben riconoscibile. Specifica segnaletica è stata posizionata all’inizio del percorso cittadino.

Scout Speed, inoltre, è in grado di accettare in tempo reale violazioni nell’ambito della sicurezza stradale, quali la circolazione di veicoli sprovvisti di assicurazione o privi di revisione. "Gli agenti della Polizia Locale utilizzeranno un mezzo con i colori istituzionali e ben identificabile - spiega il comandante della Polizia Locale Lorenzo di Pompo - che si muoverà sulle strade principali di San Giovanni Teatino una o due volte ogni  settimana. Scout Speed  è un sistema che può operare sia con la pattuglia in movimento sia con l’auto ferma e rileva la velocità in  entrambe le direzioni, fino a tre corsie e fino a una velocità di 270 km/h. Quattro le modalità di utilizzo possibili: pattuglia ferma e veicolo target in allontanamento, pattuglia ferma e veicolo target in avvicinamento, pattuglia in movimento e veicolo target in allontanamento, pattuglia in movimento e veicolo target in avvicinamento. Per ogni violazione vengono memorizzate data, ora, posizione Gps, velocità rilevata, limite di velocità e modalità di funzionamento, oltre che il codice di identificazione dell’apparecchio, la targa dell’auto su cui è installato, la denominazione dell’ente accertatore e i nomi degli operatori".

Condividi su:

Seguici su Facebook