Il "ragazzaccio" Piero Pelù infiamma il Blubar Festival

Grande successo per il rocker fiorentino ieri sera a Francavilla al Mare. Il concerto è stato aperto da Willie Nile

| di Redazione
| Categoria: Territorio
STAMPA

Piero Pelù (foto Giada Di Blasio) infiamma il Blubar Festival con i Bandidos: Giacomo Castellano alla chitarra, Ciccio Li Causi al basso e Luca Martelli alla batteria, cioè i turnisti dei Litfiba privi del chitarrista Ghigo Renzulli. 

Grande successo per il rocker fiorentino ieri sera a Francavilla al Mare, in piazza Sant'Alfonso, tra i brani della sua carriera solista, riletti in maniera molto più energica rispetto alle versioni originali, e qualche chicca dei Litfiba. In scaletta, per la precisione, cinque canzoni della band fiorentina: "Fata Morgana", "Maria Coraggio", "Regina di cuori", "Spirito" ed "El diablo". Non sono mancate anche due interessanti cover: "Il tempo di morire" di Lucio Battisti e "Il pescatore" di Fabrizio De Andrè. 

Il tour si chiama “Warm Up” come “riscaldamento” per una vita dedicata alla Musica come quella di Piero Pelù, in attesa di ricongiungersi al suo storico compagno artistico Ghigo. Il concerto è stato aperto dall'ottimo Willie Nile, che ha suonato a Francavilla in esclusiva nazionale.

Scaletta

Bene bene male male

Mille uragani

Bomba Boomerang

Tutti fenomeni

Io ci sarò

Viaggio

Fata Morgana

Maria Coraggio

Il tempo di morire

Dea Musica

Regina di cuori

Spirito

Tribù

Sto rock

 

Bis

El diablo

Il pescatore

Toro loco

Redazione

Contatti

redazione@chietinotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK