Contro la Roma Decimoquarto altra grande vittoria per il Chieti Calcio Femminile

La partita giocata ieri all’Angelini è finita 4-1. Di Camillo: "Non si deve mai abbassare la guardia"

| di Redazione
| Categoria: Sport
STAMPA

Il Chieti Calcio Femminile non si ferma più: dopo la strepitosa vittoria esterna contro la capolista Roma prima della pausa natalizia, le neroverdi battono anche la Roma Decimoquarto all’Angelini per 4-1 e confermano il loro incredibile momento.

La partita era molto temuta alla vigilia, essendo uno scontro diretto di alta classifica: le due squadre erano appaiate in classifica a 21 punti.

Grande personalità, carattere e grinta da vendere le armi in più delle ragazze di mister Lello Di Camillo che hanno avuto saldamente in mano la gara con pochi momenti di sbandamento.

Inizio scoppiettante del Chieti che segna due reti nei primi cinque minuti, poi al 12' subisce la rete ospite e concede forse troppo alle avversarie nella seconda parte del primo tempo.

Nella ripresa entra in campo tutto un altro Chieti che fa sua la partita con autorità e sicurezza.

Le neroverdi volano a 24 punti in classifica e si confermano al terzo posto a pari merito con il Latina ad una sola lunghezza dalla Lazio.

La partita comincia col botto.     

Al 3' Chieti in vantaggio: perfetto schema da calcio d’angolo fra Vukcevic e Benedetti, cross al centro per Antonsdottir che mette in rete di testa nell’angolo opposto.

La squadra di casa attacca costantemente e coglie subito il raddoppio al 5' grazie a Perna che sorprende

Quartullo fuori dai pali, il portiere riesce solo a sfiorare il pallone che però finisce in rete.

La Roma Decimoquarto reagisce e accorcia le distanze al 12' con Nicosia che tira da fuori e trova un gran gol con la palla che si abbassa a fil di traversa e finisce dentro. 

Al 14' Tagliaferri dribbla Quartullo a due passi dalla porta, ma è brava un difensore a fermarla mettendo in angolo.

Balbi nega il gol a Nicosia con un grande intervento al 18'.

Al 20' azione dirompente sulla fascia di Vukcevic, palla al centro per Pica che di testa colpisce in pieno l’incrocio dei pali.

Il Chieti soffre la pressione avversaria. Al 34' ospiti pericolose: Carrarini serve in profondità Fortunati, Balbi si accartoccia a terra e blocca in due tempi. Il primo tempo si chiude sul 2-1 per le padroni di casa.

Nella ripresa le neroverdi rientrano in campo con il giusto piglio.

Al 6' punizione perfetta di Giulia Di Camillo, miracolo di Quartullo che toglie la palla dall’incrocio dei pali.

Quattro minuti dopo arriva la terza rete del Chieti: Vukcevic crossa dalla fascia, Tagliaferri stoppa, si libera di un’avversaria e tira battendo Quartullo. Le ospiti reclamano per un presunto tocco con il braccio della neroverde, ma l’arbitro indica il centrocampo senza esitazioni convalidando il gol.

Al 19' Carrarini si trova liberissima al limite dell’area, ma spara incredibilmente alto sull’uscita di Balbi.

Passano un paio di minuti e Fortunati, in dubbia posizione di fuorigioco, tira fuori e si divora la più facile delle occasioni.

Al 28' quarto gol del Chieti: Gangemi, entrata da pochi minuti al posto di Tagliaferri, si gira caparbiamente in area e segna sul palo opposto.

Sul finale la Roma Decimoquarto opera una girandola di sostituzioni (ben cinque), ma non succede più nulla fino al termine e, dopo cinque minuti di recupero, il direttore di gara fischia la fine.

Il Chieti festeggia sotto la tribuna un successo importante per il morale e la classifica.

 

TABELLINO DELLA GARA:

 

CHIETI CALCIO FEMMINILE - ROMA DECIMOQUARTO  

 

Chieti: Balbi, Di Camillo Giada, Ferrazza, Benedetti (41' st Coscia), Vukcevic, Di Camillo Giulia, Tagliaferri (11' st Gangemi), Carmosino, Perna, Antonsdottir, Pica (27' st La Mattina). A disp. : Di Domizio.

All.: Lello Di Camillo

Roma Decimoquarto: Quartullo, Boldrini Sara, Pellegrini (43' st Vecciarelli), Panichi (43' st Monti), Nicosia, Carrarini (40' st Pezzino), Fortunati, Grassi (27' st Romanelli), Boldrini Giulia (40' st Santacroce), Simeone, Forgnone. A disp.: Riso, Trezza.

All.: Alessandro Gagliardi

Arbitro: Palumbo di Bari

Assistenti: Di Cino di Lanciano e Scipione di Pescara

Marcatrici:  3' pt Antonsdottir, 5' pt Perna, 12' pt Nicosia, 10' st Tagliaferri, 28' st Gangemi

Ammonite: Simeone (Rm), Benedetti (Ch).

 

INTERVISTE POST PARTITA:

 

ALESSANDRA GANGEMI: “È un gol che per me significa tanto: sono tornata quest’anno al calcio dopo un lunghissimo stop per un grave infortunio. Il 2018 è iniziato bene.

Lo dedico alla mia nipotina che è nata tre mesi fa. Speriamo di continuare così: è una vittoria molto importante. Abbiamo giocato bene con la giusta concentrazione. Io sono entrata nel secondo tempo, ho dato il massimo, è arrivato anche il gol. C’è stata una mischia, Ferrazza ha tirato, il difensore l’ha presa, sulla ribattuta sono andata io e mi sono girata segnando nell’angolino. È stato importante confermarsi dopo la bella vittoria contro la capolista a Roma che ci aveva caricato”.

 

GIULIA DI CAMILLO: “Veniamo da una lunga serie positiva: dopo la sconfitta casalinga alla prima giornata non abbiamo più perso. Abbiamo messo insieme due belle vittorie consecutive, prima a Roma e ora in casa con la Roma Decimoquarto, che fanno morale e premiano la squadra per il lavoro che sta facendo. Non si deve mai abbassare la guardia perché la classifica per le posizioni che ci interessano è molto corta, il campionato è ancora lungo.

Sono contenta perché segniamo in tante, sono particolarmente felice per la rete di Gangemi che sta lavorando al meglio: viene da un lungo infortunio che non le ha permesso di essere con noi per molto tempo. Siamo partite fortissimo andando subito sul 2-0, poi abbiamo subito il loro gol abbassando la concentrazione, cosa che non andrebbe mai fatta. Siamo state brave a riprenderci: era impossibile avere i ritmi iniziali per novanta minuti, però abbiamo giocato comunque bene. Devo dare merito alla squadra dell’ottimo lavoro che sta facendo con il mister e lo staff tecnico. Sono tre punti importantissimi che ci servivano e dovremo cercare di replicare anche in Salento dove ci aspetta una partita difficilissima. Non bisogna guardare i punti che hanno in classifica perché sappiamo cosa vuol dire giocare sul loro campo.

A Chieti si è sempre lavorato molto anche in momenti nei quali magari non abbiamo raccolto tanto. Ci stiamo allenando al meglio, la squadra è molto giovane: le ragazzine stanno facendo benissimo seguendo il mister e noi più esperte. Kris si è integrata benissimo nel gruppo, è una ragazza fantastica. Quando una squadra è unita è tutta un’altra storia: quest’anno sto rivivendo il Chieti che mi piace, quello umile che sa lottare, non ci sono fenomeni, ma elementi in grado di dare tutto pur di ottenere il risultato. Sono arrivati tre punti meritatissimi: si è visto in campo un Chieti superiore alle avversarie nei novanta minuti.

Dobbiamo continuare su questa strada puntando a quello che è il nostro obiettivo, mantenere cioè la categoria. Sulla mia punizione, ad essere sincera, ho visto la palla entrare, invece il portiere l’ha tolta dall’incrocio. In realtà se avessi segnato avrei fatto una dedica speciale: comunque dedico la vittoria al mio nipotino Vincenzo. Ad agosto mi sposo: lui è il figlio della sorella del mio futuro marito Luigi e veniva battezzato proprio in questa giornata, la partita non mi ha però permesso di esserci. Gli dedicherò magari in futuro anche un gol.

Ci avrei tenuto a segnare su punizione perché mi piace, sto lavorando in questo: quando ho la bravura o la fortuna di segnare su punizione mi torna in mente un gol molto particolare, quello della promozione in A”. 

Redazione

Contatti

redazione@chietinotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK