Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Influenza: qualche rimedio utile e gli errori da non fare

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

All’influenza, si sa, è difficile scampare, soprattutto quando tutte le persone che si frequentano ne sono già state vittime ed è ormai troppo tardi per ricorrere alle precauzioni. L’unica cosa che rimane da fare, allora, è sperare di non prenderne forme eccessivamente aggressive e trovare fin da subito la cura migliore per sé, che sia una cura fatta di rimedi naturali, di farmaci da banco o aerosol ad ultrasuoni e così via.

Come guarire velocemente (e bene!) da influenza e mali di stagione

La prima fondamentale regola è non fare da sé: è vero, infatti, che i malanni di stagione sono oltremodo comuni - anche a chi non prende l’influenza ogni inverno sarà già capitato di averne i sintomi o dover curare un raffreddore e sapere, perciò, perfettamente come il proprio corpo reagisca in casi come questi - ma non per questo vanno sottovalutati, soprattutto per le conseguenza durature che possono avere. Se non si vuole rischiare, insomma, di trascinarsi per intere settimane tosse e muco è meglio rivolgersi al proprio medico di base fin dalla comparsa dei primi sintomi e concordare insieme la cura migliore.

Una cura che non è detto sia (solo) farmaceutica. Un errore piuttosto comune che si fa quando mal di gola e naso che cola preannunciano una influenza è correre in farmacia alla ricerca di caramelle per la gola, spray nasali e co. che diano un sollievo immediato. In qualche caso ciò può bastare; in altri casi però pur curando i sintomi più evidenti ci si dimentica del fatto che l’influenza debilita tutto il corpo e che potrebbero essere utili per questo anche probiotici o integratori per il sistema immunitario per esempio. In questo senso rimedi naturali, come i vecchi rimedi della nonna a base di miele, limone, zenzero potrebbero risultare molto utili. Ancora una volta il parere del medico è molto importante, anche per evitare inutili effetti placebo, legati alla convenzione cioè di starsi curando solo perché si sta attaccati alla tazza della tisana. Nella stragrande maggioranza dei casi, l’influenza passa senza lasciare traccia in qualche giorno ma solo un medico può valutare quando e se serve assumere antibiotici, per esempio, o utilizzare rimedi cortisonici attraverso aerosol per esempio.

Terza componente fondamentale è il riposo: se è vero che l’influenza debilita il corpo, infatti, soprattutto nei primissimi giorni è importante evitare troppi impegni (e, sì, anche per il rischio di contagiare gli altri che si frequentano!) o di dover prendere mezzi pubblici e co. che obbligano a passare molto tempo fuori e al freddo. Qualche giorno sotto le coperte, insomma, è il miglior integratore alla cura per l’influenza a cui si potrebbe pensare.

Anche l’alimentazione, infine, può aiutare a guarire dall’influenza: cibi caldi, ricchi di vitamine (specie la vitamina C di agrumi e simili) e comunque abbastanza sostanziosi sono indispensabili per una remissione completa e veloce. Senza contare che le fastidiose forme virali di influenza potrebbero richiedere un’alimentazione ad hoc, poco elaborata e in qualche misura depurativa per il corpo.

Contatti

redazione@chietinotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK