Addio a Simona Petaccia, giornalista 'oltre le barriere'

E' morta in ospedale, a 47 anni, una donna in prima linea nella difesa della disabilità

| Categoria: Attualità
STAMPA

Addio Simmy, una vita battagliera ma sempre con il sorriso. E' morta nella notte in ospedale la giornalista e collega Simona Petaccia, 47 anni. Donna forte e determinata, in prima linea nella difesa dei diritti delle persone con diversa abilità.

Collaboratrice di testate giornalistiche e negli uffici stampa, è stata la presidente dell'associazione Diritti Diretti onlus. Per il suo impegno aveva ricevuto numerosi premi, fra i quali quello conferito lo scorso anno dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, destinato a giornalisti e comunicatori “che superano le barriere”.

"Il mio lavoro - raccontava sul suo sito - consiste nel far comprendere che "progettazione universale", significa qualità e sviluppo socio-economico per la comunità e l'imprenditoria, non solidarietà verso i disabili o semplicemente un obbligo di legge. Attraverso la mia attività, accelero quindi il processo che conduce verso città accoglienti per i cittadini che le abitano e per i turisti che le visitano, indipendentemente da: età, condizioni di salute, particolari scelte, allergie o intolleranze alimentari ecc.".

Il sindacato giornalisti abruzzesi e l'Ordine giornalisti sono vicini alla famiglia di Simona: "Perdiamo una collega brava e preziosa, di cui conserveremo sempre un affettuoso ricordo".

I funerali sono in programma domenica 25 agosto, nella chiesa della SS. Trinità a Chieti alle ore 16.

Fonte Il Centro

Contatti

redazione@chietinotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK