Liste d'attesa bloccate? La Asl chiarisce e scatta la verifica interna

Le precisazioni della responsabile dell'unità di riferimento Mariangela Galante

| di Ufficio Stampa e Comunicazione Asl Lanciano-Vasto-Chieti
| Categoria: Attualità
STAMPA

Sul tema delle liste d'attesa alla Asl Lanciano Vasto Chieti è scattata la verifica interna, tesa a cercare riscontro alle affermazioni del medico di medicina generale Diego Ferrara circa l'impossibilità di effettuare prenotazioni per alcune specialità.

«Le agende non sono affatto chiuse per le prestazioni segnalate - chiarisce Mariangela Galante, responsabile dell’unità operativa Governo delle liste d’attesa e sistemi di prenotazione - che rientrano tra quelle disciplinate dalle classi di priorità e che, com'è noto, differenziano l'accesso ai servizi in base al bisogno clinico. Nello specifico, riferiti a colonscopia, risonanza, eco-addome sono disponibili tutti i giorni posti prenotabili per le condizioni che richiedono un'attesa più breve, pari a dieci giorni, per cui non corrisponde al vero che le liste sono chiuse.

Nel caso in cui, invece, il cittadino non trovi risposta a una richiesta che non abbia carattere di urgenza, e che possa pertanto essere gestita in classe programmata, con un'attesa prevista di 180 giorni, presso gli sportelli di prenotazione di Lanciano, Chieti e Vasto trova il Cup specialist, il quale provvede alla presa in carico. Sempre presso gli sportelli del Centro unico di prenotazione avviene la presa in carico delle prenotazioni in classe di priorità per le quali, al momento della richiesta, non ci fossero disponibilità. In quel caso il servizio ReCall provvede a richiamare l'utente per offrire la possibile soluzione».

Ufficio Stampa e Comunicazione Asl Lanciano-Vasto-Chieti

Contatti

redazione@chietinotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK