Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

I pronostici per la vincitrice della Champions League al termine della fase a gironi

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Con la giornata di mercoledì scorso si è conclusa la fase a gironi di Champions, con l’Italia che porta avanti soltanto due delle quattro squadre che hanno avuto accesso alla manifestazione di quest’anno: infatti soltanto Juve e Roma si sono qualificate agli ottavi di finale, mentre partenopei e nerazzurri si dovranno accontentare dell’accesso ai sedicesimi di finale di Europa League.

Tra le qualificate alla fase ad eliminazione diretta rientrano le seguenti squadre:

  • Borussia Dortmund;
  • Atletico Madrid;
  • Barcellona;
  • Tottenham;
  • Paris Saint Germain;
  • Liverpool;
  • Porto;
  • Schalke 04;
  • Bayern Monaco;
  • Ajax;
  • Manchester City;
  • Lione;
  • Real Madrid;
  • Roma;
  • Juventus;
  • Manchester United.

Con il tabellone completo andiamo quindi a vedere secondo i bookmakers chi tra le grandi 16 d’Europa sarà a vincitrice della Champions League 2019, analizzando le chances di vittoria delle principali candidate alla conquista del trofeo finale.

Il City batte l’Hoffenheim non senza qualche fatica di troppo

I Citizens sono da inizio competizione i favoriti assoluti per la conquista della Coppa dalle Grandi Orecchie, con un rendimento stratosferico all’interno del proprio girone: infatti delle sei partite giocate solo una è stata persa dagli uomini di Guardiola, rendendo una pura formalità la partita disputata contro l’Hoffenheim, vinta per 2-1.

Detto questo per Aguero e compagni sarà dura arrivare fino alla finale di Madrid, anche se l’essere testa di serie nei sorteggi eviterà accoppiamenti pericolosi.

La Juve supera il Barça di misura nella classifica dei bookmakers

Nonostante la sconfitta per 2-1 in casa dello Young Boys, la Juventus si qualifica come prima nel Gruppo H, grazia soprattutto alla vittoria del Valencia in casa contro lo United, che per i Red Devils ha significato di fatto il passaggio come seconda nel girone.

Obiettivo centrato per gli uomini di Allegri, che nelle quotazioni dei bookmakers sono praticamente pari al Barcellona, anche se in alcuni casi godono di maggior credito rispetto ai blaugrana, che già si erano qualificati due giornate fa e che pareggiando contro il Tottenham in casa hanno contribuito all’eliminazione dell’Inter.

Poker del PSG alla Stella Rossa e primo posto assicurato

Al quarto gradino del podio troviamo invece il Paris Saint Germain, che ha concluso il suo cammino eliminatorio battendo per 4-1 la Stella Rossa di Belgrado e ha conquistato il primo posto del raggruppamento C, con il Liverpool secondo e qualificato a scapito del Napoli.

Chi sicuramente sarà molto soddisfatto è l’ex portierone bianconero e della nazionale italiana Gigi Buffon, che a 40 anni suonati vuole giocarsi l’ultima chance di provare a vincere l’unico trofeo che manca all’interno della sua straordinaria bacheca personale.

I Reds sono un pericolo per chiunque

Chi invece accederà agli ottavi come squadra di seconda fascia è il Liverpool, che però ha dimostrato sia in campionato che in Coppa di essere squadra ostica per chiunque.

La finale conquistata l’anno scorso è il simbolo di un organico spregiudicato, compatto e guidato da un allenatore competente e d’esperienza, che proverà anche quest’anno a sparigliare le carte in tavola.

Vista la straordinaria condizione di forma dei Reds, assegnare loro la palma di più pericolosa tra le seconde classificate è praticamente d’obbligo, anche se il cammino di Coppa è piuttosto lungo e come sempre bisognerà vedere come arriveranno Salah e compagni alla primavera, cioè quando la fase ad eliminazione diretta sarà nel suo vivo.

Bayern e Real Madrid fuori dai giochi

Chi invece non gode di molto credito agli occhi degli esperti sono Bayern Monaco e Real Madrid, entrambe vincitrici del proprio raggruppamento, ma che complice anche lo scarso rendimento in campionato hanno dimostrato qualche lacuna nei loro organici.

I bavaresi, a quota 14 punti nel Gruppo E, hanno pareggiato in casa dell’Ajax con il rocambolesco punteggio di 3-3, con una doppietta del bomber polacco Lewandowski e con una rete dell’ex juventino Kingsley Coman, che al 90’ ha segnato la rete del momentaneo 2-3.

Al minuto 95 ci ha pensato l’argentino Nicolas Tagliafico a pareggiare i conti per i Lanceri, assicurando a questi ultimi il passaggio agli ottavi da seconda classificata.

Per quanto riguarda invece i Blancos, il clamoroso 3-0 rimediato in casa del CSKA Mosca è frutto di un ampio turnover, che però non giustifica un rendimento troppo altalenante della squadra allenata da Solari, che in campionato deve recuperare 5 lunghezze dalla capolista Barcellona.

L’addio di CR7 è stato senza dubbio un trauma per le Merengues, ma se guardiamo alla rosa di nomi cha ancora vestono la camisetablanca, ci accorgiamo che ci si deve aspettare molto di più da gente come Isco, Bale, Marcelo e Benzema.

Ad ogni modo il primato del girone già conquistato con 90 minuti di anticipo non ha creato alcun problema al Real, che affronterà da testa di serie il sorteggio degli ottavi.

Per bavaresi e spagnoli le possibilità di raggiungere la finale di Madrid non sono buone quanto quelle del terzetto di testa, ma comunque restano buone, visto anche il feeeling che storicamente hanno queste due squadre con la Chmpions League.

L’Atlético del Cholo Simeone pareggia col Brugge e si qualifica da seconda del girone

Terzo nella Liga spagnola con gli stessi punti del Siviglia, l’Atlético ha conquistato la fase ad eliminazione diretta di Champions come seconda classificata del Gruppo A, nonostante abbia raggiunto quota 13 punti, gli stessi della capolista Borussia Dortmund.

La gara contro il Brugge, terminata col punteggio di 0-0, non è quindi servita agli uomini di Simeone per sopravanzare il Dortumund, cha ha sconfitto per 2-0il Monaco ultimo in classifica e che si è messo al riparo da ogni possibile ribaltamento di scenario.

A farela differenza è stato il quoziente reti, che ha sorriso ai tedeschi e che ha messo Griezmann e compagni nell’urna delle squadre di seconda fascia.

A detta dei bookmakers le chances di conquista Champions dei Colchoneros sono poche, ma il fatto che la finale del giugno prossimo si disputerà all’interno del loro stadio, il Wanda Metropolitano, potrebbe essereuno stimolo in più per cercare di arrivareil più in alto possibile all’interno della massima competizione continentale.

Contatti

redazione@chietinotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK